La Tradizione
Ciabot tradizionale

Pescemonte vino da meditazione

Pescemonte è sinonimo di vino, un vino per iniziati, per chi si aspetta sensazioni diverse. Un vino che ha necessitato di un ventennio di sperimentazioni ed è uscito in triplice forma: base (Giüprint), superiore (Süprint) e variegato (Dapres). La base costituente è fornita da vitigno Nebbiolo. Un Nebbiolo particolare, unico, acclimatato e adatto ad un lungo invecchiamento (3 anni di barrique e 2-3 in bottiglia per completarlo), che trova la sua massima espressione nelle colline di Pedimonte, un territorio diviso tra i comuni di Forno Canavese, Levone e Rivara.

Il vino ottenuto è composito nel bouquet, longevo ma soprattutto speziato e molto persistente nel palato. È a tutti gli effetti un vino da meditazione e per esaltarsi necessita di alcune ore di ossigenazione in bottiglia aperta (6-7 ore). Raggiunge come tutti i Nebbioli gradazioni alcoliche ragguardevoli ma anche profumi molto intensi, sconosciuti ad altri prodotti simili del basso Piemonte, caratterizzati invece da grande corposità. L'altitudine del luogo di produzione (500 metri slm) ed il suo terroir fanno la differenza.

Oltre al Pescemonte, in annate favorevoli, produco anche un vino che ha come base di partenza il Freisa (Nafrisa), vitigno mai molto considerato a causa della sua ruvidezza e tannicità, ma che in questo luogo, grazie a condizioni pedoclimatiche particolarmente favorevoli raggiunge l'eccellenza. Con notevoli attenzioni (accorciamenti di grappoli, detannificazione), è possibile ottenere un prodotto più morbido e di grande appeal. Sorprendentemente è anche un vino adatto all'invecchiamento. Caratterizzato da intensi profumi e di colore rosso acceso, si presta molto bene ad accompagnare carni rosse e selvaggina, raggiunge gradazioni insospettabili ed è speziato. Invecchiamento: 2 anni di barrique e di bottiglia, durata 10-12 anni.

Nafrisa - Freisa I grandi vini piemontesi, rivisitati nel solco della tradizione. Dapres - Nebbiolo

Il Territorio
Il nostro territorio